paura

Se le pene fossero realmente certe e commisurate, non accadrebbero episodi come quello accaduto ieri, a Casal Bernocchi, ai danni di Chiara Falcioni aveva già dei precedenti per droga e resistenza a pubblico ufficiale e i vicini lo hanno descritto come un “aguzzino che aveva già picchiato la precedente fidanzata”.

E allora perché si persevera nel lasciare liberi di agire questi loschi figuri?

Lo Stato continua a palesare la propria incapacità continuando a programmare indulti, amnistie e svuota carceri. Così si rende mandante degli atti violenti o criminali commessi da chi beneficia di questi scellerati provvedimenti.

Sarebbe invece più opportuno e utile intervenire per tempo, introducendo l’obbligo di disintossicazione al primo gesto di violenza.

Comprendiamo la rabbia del padre di Chiara che ha detto di credere nella giustizia, ma anche di pregare per la morte della figlia che rischia fortemente di non tornare più come prima, per noi però la vita è sacra e speriamo che Chiara possa riprendersi per continuare a vivere la sua.

 

Cinzia Pellegrino

 

Lascia un commento