Fiori_Vittime_Strada

L’Asaps, associazione amici e sostenitori della polizia stradale, ha reso pubblici i dati statistici riguardanti gli incidenti sulla strada verificatisi nell’anno 2013. A commentarli, il “Dipartimento Tutela Vittime”, di Fratelli d’Italia.

«La ricerca resa nota dall’Asaps - dichiara Barbara Benedettelli, Responsabile Nazionale del Dipartimento -porta a galla una realtà agghiacciante, una vera “guerra delle strade” dove a uccidere sono per lo più uomini tra i 18 e i 45 anni di cui il 25% stranieri. Percentuale che, se rapportata a quella degli stranieri presenti in Italia, non può che farci riflettere. Mi auguro che il lavoro dei Ministeri della Giustizia e dei Trasporti sul tema del contrasto agli incidenti stradali e alla tutela delle Vittime sia a buon punto e che porti presto provvedimenti che intervengano sul codice penale e su quello della circolazione stradale. Credo inoltre si debba poter procedere con l’espulsione immediata degli stranieri che guidano senza patente o in stato alterato, per evitare che provochino scontri».

«Roma è la Città italiana con il parco veicolare più grande in Italia - aggiunge Cinzia Pellegrino, referente per Roma Capitale del Dipartimento – ed è quindi particolarmente esposta ad un alto numero di incidenti stradali. Per questo è d’obbligo ricercare e attuare politiche efficaci per la sicurezza, ma anche una strategia di prevenzione capace di perseguire l’obiettivo indicato dell’Unione Europea di dimezzare le vittime della strada entro il 2020. In quest’ottica è fondamentale rendere salate le multe per comportamenti pericolosi e infrazioni gravi, prima che questi possano provocare incidenti».

«A settembre il Sindaco Marino si dichiarava “molto contento” - ricorda inoltre il Portavoce della Costituente romana di Fdi, Andrea De Priamo - perché a breve avrebbe diramato un piano del traffico, a sua detta rivoluzionario, in grado di cambiare il volto di Roma. A distanza di quasi sei mesi non abbiamo ancora visto nulla di tutto ciò. Anzi, i dati elaborati dall’Asaps ci dicono che a Roma nel 2013 si sono verificati ben 30 incidenti gravi causati da pirati della strada e sono in aumento anche i veicoli con assicurazioni scadute o false. Per non parlare dell’inadeguatezza palesata dal primo cittadino nella gestione della recente emergenza maltempo che si è abbattuta sulla Città. Non basta la propaganda sulla pedonalizzazione dei Fori, se poi non si programmano interventi strutturali o se si dichiara che le canne fanno bene, come sostiene Marino. Asaps, infatti, rivela anche che i pirati stradali scappano fa generalmente perché sotto effetto di alcool o droghe».

Lascia un commento