senzatetto

«Con l’annuncio di voler dare un impiego ai senza fissa dimora della Capitale nel sistema della biblioteche di Roma, Marino non smentisce il suo inconcludente approccio alla politica e ai problemi della città. Infarcito come sempre di vuoti slogan propagandistici e farneticanti boutade. Speravamo fosse capace di darsi un limite, almeno quando si tratta della vita e della dignità delle persone. Marino dovrebbe infatti sapere che essendo stato messo sotto scacco dal suo stesso “amico” Renzi con il nuovo decreto “Salva Roma”, difficilmente potrà fare assunzioni così fantasiose. Il sindaco farebbe molto meglio ad abbandonare il mondo delle favole e affrontare concretamente i problemi della città e dei più deboli, in un periodo storico nel quale la crisi colpisce anche il ceto medio e crea nuove povertà».

Lo dichiara Andrea De Priamo, Portavoce della Costituente romana di Fratelli d’Italia.

 

A Roma - aggiunge Cinzia Pellegrino, referente del Dipartimento di Fratelli d’Italia dedicato alla tutela delle Vittime - vivono circa 8.000 senzatetto, 2.500 dei quali in alloggi di fortuna, mentre 2.000 costretti a dormire per strada. I morti accertati nella Capitale nel 2013 sono stati 30. In strada si muore di freddo, ma anche per malattie, incidenti e violenze. Come pensa di affrontare concretamente  la Giunta Marino questa emergenza? Aldilà delle sterile propaganda un Sindaco responsabile avrebbe il dovere di affrontare la questione in maniera forte e decisa, mettendo a disposizione strumenti concreti per contrastarla».

Lascia un commento