violenza donne

Non posso che provare sconcerto per un tentativo di violenza, per altro avvenuto in pieno centro a Roma e in prima serata. Nell’esprimere vicinanza e solidarietà alla ragazza aggredita ieri sera da un gruppo di quattro uomini polacchi, e augurandole una pronta guarigione vista la prognosi di 30 giorni per le lesioni riportate, lancio un appello affinché tutte le donne che sono state o sono tutt’ora vittime di violenza, fisica o psicologica, denuncino senza timori la loro situazione. Non siete sole e in questo caso il pronto e coraggioso intervento delle due agenti della polizia municipale lo testimonia. A loro va il nostro sincero ringraziamento e la nostra gratitudine.

Il nostro dipartimento vuole promuovere ogni comportamento, iniziativa o associazione in grado di dare alle Vittime e ad i loro familiari un sostegno durante i momenti successivi all’ingiustizia subita e nel percorso di recupero. Adesso però occorre garantire la certezza della pena e delle sanzioni per gli aggressori, senza che a nessun giudice salti in mente di concedere sconti o attenuanti. Bisogna evitare che queste persone possano fare altre vittime. E’ inoltre necessario incentivare concretamente i programmi di prevenzione e soprattutto i centri antiviolenza, che non hanno risorse economiche e giuridiche adeguate per garantire un percorso continuo ed esaustivo per il recupero della donna.

Cinzia Pellegrino

Lascia un commento